fbpx

Per le esportazioni verso il Canada, dal 1° gennaio 2018 sarà obbligatoria la registrazione nel database denominato Rex. È quanto chiarisce l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli con la Circolare n. 13/D pubblicata in questi giorni.

Il sistema degli esportatori registrati Rex è stato adottato dal 1° gennaio 2017 per il Sistema delle Preferenze Generalizzate (SPG), e permette all’autorità doganale di monitorare telematicamente gli operatori che pongono operazioni e scambi con i paesi con i quali l’Unione Europea ha sottoscritto accordi di libero scambio, o con i quali sono state concesse delle preferenze daziarie. Lo stesso sistema Rex è utilizzato anche per la certificazione dell’origine nel quadro di accordi commerciali preferenziali. Una volta assegnato, il numero Rex è unico e l’esportatore registrato lo utilizza per tutte le sue esportazioni, sia con riferimento agli accordi preferenziali che prevedono l’applicazione di questo sistema sia in ambito SPG.

La Circolare precisa le disposizioni in merito all’accordo UE/Canada (rif. art. 19 del Protocollo Origine CETA): tale accordo prevede che un documento relativo all’origine potrà essere compilato, fino alla conclusione del periodo di deroga (31 dicembre 2017), da un esportatore non ancora registrato nel sistema REX, a condizione che quest’ultimo abbia lo status di esportatore autorizzato nell’Unione. Dopo tale data (quindi, dal 1° gennaio 2018) ai fini dell’applicazione del CETA è obbligatoria la registrazione degli esportatori UE nel sistema REX.

Il Consorzio Euromed, disponibile con i propri export manager ad affiancare la tua impresa per gli adempimenti doganali.

fonte: http://fiscopiu.it/

Menu