fbpx

Nei prossimi giorni, sarà pubblicato il bando europeo ENI-BC-Med 2014-2020, che avrà come obiettivo generale la promozione dello sviluppo economico, sociale e territoriale (giusto, equo e sostenibile), per rafforzare l’integrazione transfrontaliera e valorizzare la partecipazione dei territori e dei valori dei paesi coinvolti.

Il Consorzio Euromed, in qualità di partner e socio ANIMA INVESTMENT NETWORK, è disponibile a valutare la collaborazione e partnership con PMI, Startup Enti pubbblici e privati che abbiano proposte da sottoporre, nell’ambito degli obiettivi specifici e delle priorità del bando.

4 obiettivi tematici e 11 priorità Euromed

A.1 business e lo sviluppo delle PMI

  • A.1.1 Supporto alle start-up innovative ed alle imprese di recente costituzione
  • A.1.2 Rafforzare le reti di sostegno, i cluster, i consorzi e le catene d’impresa
  • A.1.3 incoraggiare le iniziative e le azioni nel settore del turismo sostenibile

A.2 sostegno all’istruzione, alla ricerca, lo sviluppo tecnologico e l’innovazione

  • A.2.1 Supporto trasferimento tecnologico e la commercializzazione dei risultati della ricerca
  • A.2.2 Supporto di accesso alla ricerca e all’innovazione delle PMI

A.3 promozione dell’inclusione sociale e la lotta contro la povertà

  • A.3.1 fornire ai giovani, in particolare quelli appartenenti alle NEETS ed alle donne, competenze spendibili sul mercato
  • A.3.2 Supporto agli attori economici e di solidarietà sociale

B.4 La tutela dell’ambiente, adattamento ai cambiamenti climatici e la mitigazione.

  • B.4.1 Supporto innovativo e soluzioni tecnologiche per aumentare l’efficienza idrica e incoraggiare l’uso di approvvigionamento non convenzionale di acqua
  • B.4.2 Ridurre la produzione di rifiuti urbani e promuovere la raccolta differenziata e lo sfruttamento ottimale della componente organica
  • B.4.3 Supporto alle riabilitazioni conveniente e energetiche innovative relative alla costruzione di tipi e zone climatiche, con un focus su edifici pubblici
  • B.4.4 incorporare l’approccio di gestione ecosistemico alla GIZC nella pianificazione dello sviluppo locale
    zona di cooperazione
Aree d’ntervento
  • Regioni che si affacciano sul Mediterraneo in 7 paesi mediterranei dell’UE (EUMCs): Cipro, Francia, Grecia, Italia, Malta, Portogallo, Spagna
  • Regioni che si affacciano sul Mediterraneo, in 6 Paesi partner mediterranei (PPM) 1: Egitto, Israele, Giordania, Libano, Palestina, Tunisia

I candidati e partner con sede in regione di Lisbona partecipare solo agli obiettivi A.1, A.2 e A.3.

Possibilità di coinvolgere le parti situate nelle regioni adiacenti alla zona di cooperazione (se portano valore aggiunto al progetto) nel limite del 20% del totale del progetto costi diretti.

Le attività del progetto devono svolgersi nella zona di cooperazione salvo eccezioni debitamente giustificate.

Organizzazioni ammissibili

• Enti pubblici, enti regionali e locali
• Imprese, in particolare piccole e medie imprese
• Università e centri di ricerca
• Associazioni e federazioni
• Le organizzazioni non governative
• organizzazioni

Condizioni finanziarie

Il programma prevede fianziamenti con stati d’avanzamento: pre-finanziamento del 40% del bilancio totale dell’importo finanziato, dalla data di entrata in vigore del contratto di sovvenzione.

I progetti possono essere cofinanziati dalla UE dal 50 fino al 90% dei costi ammissibili.

Il bilancio della proposta è divisa in costi diretti e indiretti.

I costi diretti sono organizzati secondo le seguenti categorie:

  • costi di preparazione (limitatamente alle spese di viaggio e di soggiorno e di € 10.000 per progetto);
    • Risorse umane (retribuzioni lorde reali compresi gli oneri sociali e gli altri costi remunerationrelated del personale assegnato al progetto);
  • Le spese di viaggio e di soggiorno (rimborsate sulla base di importi forfettari, costi unitari o finanziamenti a tasso piatto);
  • Infrastrutture (piccoli investimenti accuratamente descritti e giustificati nel modulo di domanda);
  • Attrezzature e forniture (costi di acquisto o di noleggio per attrezzature e forniture);
  • Costi per servizi (in linea con i tassi correnti di mercato);
  • Altri costi (subgrants fino a € 60.000 al terzo e il 30% dei costi ammissibili totali).

Almeno il 50% dei costi diretti totali dovrà essere dedicato alle attività svolte nei PPM alle seguenti condizioni:

a) almeno il 50% dei costi diretti per i partner dei PPM oppure

b) la differenza fino al 50% deve essere giustificato da attività realizzate nei PPM da partner EUMCs.

Max. Il 35% dei costi diretti totali per organizzazione (tranne nel caso di progetti con un solo partner di PPM).

Presentazione delle proposte: max. una proposta per Richiedente con ciascuna priorità (senza limitazione a livello di parti)

Premio di max. 2 finanziamente per richiedente (nel caso sono preselezionate più di 2 proposte dello stesso Richiedente, solo la seconda miglior classificata darà valutata)

Qualora interessati a sottoporre una proposta, è possibile contattare il nostro Ufficio Svilupo Progetti Europei, compilando il seguente FORM.

 

[contact-form-7 id=”802″ title=”Modulo di contatto ENI-BC-Med”]

Menu